Intervista a Colin Hughes sulla Mojo 3

Vernon Felton intervista Colin Hughes, capo ingegnere di IBIS

Adventure Journal.

1.     Come siete arrivati ad una escursione di 130-millimetri e perché?
Questa domanda è legata alla #12 quindi risponderò nello stesso tempo ad entrambe. In origine, questo telaio doveva essere una bici 27.5 leggera, con geometrie all’avanguardia, dalla media escursione. Sarebbe stata un opzione dall’escursione più corta per coloro che ritenevano la HD3 esagerata per i propri sentieri, ma non volevano una 29er. Al momento le 29er stanno vivendo una nuova giovinezza ma in quel momento Europa ed Asia non le volevano ed alle persone più piccolo venivano sconsigliate perché non adatte (questo è falso poiché abbiamo disegnato con successo la Ripley Small così che anche Roxy con i suoi soli 152cm non dovesse compromettere il suo posizionamento in sella). Fino ad un certo periodo eravamo felici di raidare con gomme normali. Poi è comparso il Plus. Dopo aver provato un certo ammontare di differenti copertoni, abbiamo capito che le gomme che ci preferivamo potevano essere alloggiate con minime modifiche. Questo avrebbe reso la bici ancora più versatile, quindi l’abbiamo fatto.

Ripley su Bike Bible
Vernon Felton testa la Ripley LS per la BIKE BIBLE

2.     Ho volontariamente evitato di leggere le specifiche di questa bici, poiché non volevo essere influenzato nelle mie impressioni iniziali. Sono sceso dalla bici con la sensazione che, a livello di sospensione, fosse molto vicina alla HD3-chiaramente il maggiore volume delle gomme fanno parte del duro lavoro della sospensione credo che assorbano parte di quella che sarebbe la primissima parte di escursione. E’ per questo che avete optato di usare meno escursione rispetto alla HD3?
Hai ragione, sembra di avere più escursione, ma questa era una versione short travel della HD3 e solo più tardi una bici Plus quindi non abbiamo tagliato l’escursione per le gomme. Ha funzionato tutto alla grande.

3.     Con la Hightower, Santa Cruz dà la possibilità di usare sia il 29×2.4 che gomme 27.5×2.8. Questo ha senso, in quanto le 27+ sono più o meno uguali alle 29” (solo leggermente più piccolo di un accoppiata 29×2.3 o 2.4). Puoi usare una gomma 29×2.3 sulla Mojo 3 o comprometterebbe le performance in quanto non ha un flip chip che alteri l’altezza del BB? Se la bici è stata progettata (in termini di altezza BB) per alloggiare una gomma 27.5×2.8 senza toccare per terra in pedalata, ritengo che usare una 29×2.3 alzi troppo il BB.
Le gomme Plus dovevano essere circa della stessa dimensione delle 29”. Questo non è avvenuto. Tre cose sono cambiate: 1. Tutte le gomme misurate erano più piccolo di quanto dichiarato. 2. Tutte le gomme che preferivamo erano quelle più piccole 3. Le gomme Plus hanno il loro personale sag. Quando misuri l’altezza del BB della Mojo 3 (M3) a bici ferma questo è leggermente più alto con gomme plus da 2.8. Quando misuri l’altezza del BB con il peso del rider sulla bici questo è lo stesso che con una gomma 2.3” da 27.5. Quando scoprimmo queste 3 cose abbiamo cambiato l’idea di convertire la Ripley e ci siamo invece rivolti al nostro nuovo telaio 27.5. Avrebbe però funzionato solo se l’avessimo progettato per gomme da 2.8, che sono un pollice più piccole in diametro di una 29”, per questo le ruote da 29 non ci stanno. Al contrario lavora davvero bene con copertoni 27.5 “regolari”, il che significa che potete scegliere differenti sezioni di gomma usando lo stesso paio di ruote e senza modifiche a forcella o telaio.

4.     Qual’è la differenza di peso tra telaio HD3 e M3?
La M3 pesa circa 2,49Kg con ammo quindi 200g in meno di una HD3.


L’articolo dell’ADVENTURE JOURNAL sulla HD3 Special Blend

5.     La HD3 ha già un posteriore bello compatto. L’avete accorciato ancor più con la M3. E’ stato il Boost 148 a renderlo possibile?
Si. Il Boost può essere solo 3mm per parte ma nella miglior posizione possibile, tra gomma e corona. 425mm di fodero e gomme da 2.8” non sarebbe stato possibile senza il Boost 148 a meno di sacrificare la rigidità od usare un disegno dei foderi bizzarro e fuori dagli schemi.

6.   Leggendo i commenti che avete fatto girare su quanto sia diversa la qualità di riding con diverse gomme “plus”, sembra che siate, per questo tipo di utilizzo, forti sostenitori di una più piccola misura Plus. Ed è questo il motivo per il quale la M3 è stata disegnata in questo modo. Più alta e si ha l’effetto di avere una sospensione senza ritorno. Ha senso. Okay, ecco la domanda: le gomme sono da sempre state importantissime, ma siamo giunti ad un punto dove queste possono fare buono o cattivo tempo di un telaio? Sembra che questa bici non sarebbe stata minimamente vicina in termini di divertimento o prestazioni con una più alta, gomma da 3.0. Capisco il motivo, ma cavolo…non mi ricordo di bici così sensibili alla misura o forma di una gomma.
Abbiamo raggiunto un punto dove telai, sospensioni, e gruppi sono diventati così buoni che gomme e cerchi sono la nuova frontiera dell’innovazione. Circa 2 anni fa la maggior parte delle persone della industry aveva ben in mente che il plus sarebbe stato la prossima grande cosa ma nessuno sapeva bene cosa fosse. Di conseguenza, c’erano molte posizioni sul plus e su tutte le opzioni di gomma, così che siamo finiti ad avere grosse differenze. Le gomme 3.0 sono veramente molto più grandi di un 2.8 e hanno un obbiettivo totalmente diverso.

7.     Avete dovuto alterare il tuning dell’ammortizzatore per avere il meglio delle performance dal Sistema Plus, dato che la gomma da 2.8 fa più lavoro di sospensione che una gomma dal minor volume?  
Il Plus dà un po’ più di cuscinetto ma poiché tutti noi usiamo cerchi larghi in carbonio, ed i 2.8” non sono poi così più alti, il cambiamento di volume non è stato così drammatico come lo sarebbe stato per chi usa cerchi più stretti. Quella maggiore qualità di riding data dal maggior volume d’aria era già stata introdotta quindi quello che abbiamo dovuto fare è stato semplicemente dare alcuni click in più al ritorno. Il lato positivo di ciò e che se si vuole usare una gomma standard basta velocizzare di qualche click il ritorno e non avere la sensazione che manchi l’idraulica dell’ammortizzatore.

8.     Perchè? Perchè avete creato questa bici?
Perché era la cosa più divertente a cui potevamo pensare in quel momento?
[Scot: volevamo colmare il vuoto lasciato dai 10 anni di produzione della 140mm Mojo (Mojo Carbon>Mojo SL>Mojo SL-R). Molte persone cercavano qualcosa meno della HD3, quindi l’avevamo in progetto da un paio d’anni, come menzionato da Colin.]

9.     Chi è il rider ideale per la M3?
Qualcuno che cerca qualcosa di versatile, prestazionale, una bici divertente. Metti su i 2.3 e vola in salita, 2.5 Maxxis WT ed è l’arma per i trail più flow, 2.8 e ti senti un supereroe che può affrontare qualsiasi linea.
[Scot: IO! La HD3 è una gran bici, ed abbiamo trovato che molte persone li fuori non usano mai il suo pieno potenziale. Qualcosa di più leggero ed anche più divertente è un alternativa migliore.]

10.  La M3 è pazzescamente agile, un giocatolo. Molte recensioni sulle bici Plus parlano di bici compassate, stabili slitte per principianti. Ho sempre pensato a questa valutazione come semplicistica e prematura, ma sono curioso sulla tua posizione sul tema. 
Con le gomme più grandi, ha senso, garantiscono una tonnellata di stabilità e trazione che viene particolarmente apprezzata da un principiante che può discernere dai relativi svantaggi. Con le 2.8 abbiamo trovato qualcosa di diverso. Le 2.8 garantiscono miglior trazione e una migliore guida sui terreni impervi ma rimangono leggere e stabili così da non chiederti di fare grandi sacrifici.

11.  Quand’è iniziato il progetto di questa bici?
Poco meno di 2 anni fa, stiamo diventando più veloci, e se non l’avessimo modificata per il Boost ed il Plus saremmo stati anche più veloci di così.

12.  Avete sempre avuto in mente la compatibilità con il formato Plus o siete partiti da una bici di media escursione da 27.5 che è stata poi evoluta per accogliere sia il Plus che le gomme tradizionali?
Vedi la risposta alla #1